L’agenzia Dire scrive del libro “Hotel Penicillina”

Articolo di Adriano Gasperetti per Agenzia Dire – Una volta, la prima fabbrica a produrre Penicillina in Italia, poi rifugio per gli invisibili, oggi un’enorme area fatiscente, una bomba ecologica tra rifiuti e pezzi di amianto sparsi un po’ ovunque. È l’evoluzione dello stabilimento della Leo Penicillina, inaugurato nel settembre del 1950 alla presenza del Premio Nobel per la Medicina sir Alexander Fleming e sgomberato nel 2018 dalle forze dell’ordine dopo che al suo interno avevano trovato rifugio senza tetto, disperati, extracomunitari, italiani, donne, uomini e bambini. Continua a leggere sul sito dell’agenzia Dire

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *